Cosa sono le storie da COndiVIDere

Categoria: Articoli, News

Alle medie odiavo le lezioni di educazione visiva. Non sapevo disegnare, non lo so fare nemmeno oggi. Un giorno, l’insegnante ci fece fare un esercizio: prendere un frammento di foto da una qualunque rivista, incollarla su un foglio bianco e disegnare il contesto circostante. Scelsi il busto di un giocatore di pallacanestro – dalle cosce alle spalle – e mi misi al lavoro: disegnai le gambe, le braccia, la testa. Ricordo che faticai parecchio per individuare il colore dell’incarnato, la giusta piega dei gomiti… Ma il risultato finale non ve lo racconto. Vi dico solo che difficilmente quel tizio avrebbe mai fatto canestro, sbilenco e sproporzionato com’era. Ma mi è rimasto il ricordo di quell’esercizio, e questo basta.

Qui tento di realizzare qualcosa di simile. L’emergenza sanitaria legata al Coronavirus riempie i portali d’informazione e le pagine dei giornali, propagando immagini alle quali nessuno di noi era abituato. Questi racconti – queste “storie da COndiVIDere” – nascono da qui: ho preso delle fotografie, ho immaginato il contesto circostante e ho iniziato a scrivere. Le condivido sul mio sito Internet, ma anche sui miei social con gli hashtag della campagna di sensibilizzazione del cantone Ticino: #distantimavicini e #proteggiamociora. Qui sotto, invece, li trovate in PDF.

Per me sono piccoli esercizi di scrittura, per voi spero siano piccole esperienze di lettura.

#1 Come Rocky
#2 L’ultima birra
#3 Scacco
#4 Il sacchetto della spesa
#5 Come quelle statue
#6 Orizzonti