Puntata 11: i lettori beta

Categoria: Libri, News

– Diario di una pubblicazione –

Quando non scrivo, leggo – è una regola più o meno universale. In questo periodo, poi, sto passando in rassegna molti testi ed è bello che tra la pila delle cose da leggere ci sia anche il manoscritto inedito di un amico scrittore. Mi ha infatti chiesto di fargli da lettore beta (in pratica da lettore-cavia, ma senza i raggi beta) ed è sempre un piacere raccogliere inviti del genere.

Per quanto mi riguarda, sono sempre diverse le persone cui faccio leggere i miei romanzi ancora in fase di stesura. Il motivo è semplice: le dinamiche e i temi coinvolti nelle trame sono spesso distanti tra loro, e così cerco di individuare le persone che so essere più vicine a quell’universo.

Accompagno il manoscritto con un formulario in cui pongo domande su trama, personaggi e ambienti, a partire da quella più importante: hai capito tutto? O ci sono aspetti che sono rimasti in ombra? Invito poi questi lettori beta a essere il più spietati possibile, anche attraverso note e appunti a margine del manoscritto. In cambio, io faccio lo stesso con chi me lo chiede (Luca, sei avvisato).

Per Come tanti piccoli ricordi, ormai più di un anno fa, ho chiesto il supporto di due amiche scrittrici (Antonella e Marcella, conosciute a due diversi laboratori di scrittura) e di Silvia, dell’Associazione ProMemoria. Un aiuto fondamentale, come scoprirà chi leggerà il romanzo.

#cometantipiccoliricordi #diariodiunapubblicazione #romanzo #tre60